COLORI, GIOCHI E MUSICA PER UN’ALLEANZA TERAPEUTICA SPECIALE

Budget richiesto EU  50.000,00 (35k + 10k + 5k)

L’esperienza di ospedalizzazione costringe il bambino ad affrontare diversi disagi e stress. In ospedale il bambino si trova in situazioni diverse dal suo abituale: persone e luoghi sconosciuti, la sua nuova condizione di malattia e di diversità, un corpo che fa male e che non gli permette di correre, saltare, muoversi. Durante la degenza, i tempi familiari e rassicuranti che scandiscono la giornata del bambino (scuola, amici, televisione, sport) che vengono improvvisamente sostituiti dai tempi diversi e sconosciuti dell’ospedale. La difficoltà a comprendere ed accettare la malattia, il distacco da casa, dalle abitudini quotidiane ed il passaggio all’ambiente medico sconosciuto ed estraneo sono condizioni difficili da affrontare.

L’accoglienza del malato, ancora prima della sua malattia, richiede un’umanizzazione sin dal momento del ricovero e necessita di una capacità di risposta a nuovi bisogni.

Per questo anche gli ambienti in cui il bambino viene accolto devono essere idonei e dedicati. L’accoglienza, e l’ambiente in cui essa avviene, esercita un effetto positivo sull’alleanza medico-paziente e medico-famigliari.

Obiettivi del progetto

Il progetto si pone l’obiettivo generale di migliorare la qualità della vita e l’accoglienza dei bambini ricoverati presso il reparto di Chirurgia Pediatrica, dell’Ospedale dei Bambini di Palermo. Gli obiettivi specifici sono:

  1. Migliorare l’alleanza terapeutica tra le figure che si prendono cura dei piccoli pazienti.
  2. Garantire ai bambini un ambiente dedicato e studiato per rispondere alle loro esigenze.

Sostenibilità del progetto

La sostenibilità di un simile progetto è legata all’adesione ad un modello di accoglienza del bambino chirurgico inteso come percorso terapeutico ed interattivo. Si tratta di un modello innovativo e competitivo a livello nazionale e internazionale in ambito chirurgico pediatrico.

Beneficiari

Il reparto ha 24 letti degenza che accolgono lattanti e bambini in attesa di intervento e nel periodo post-operatorio. Quattro letti di terapia intensiva neonatale supportano i neonati sottoposti ad intervento chirurgico. Le sale operatorie pediatriche accolgono 12 bambini al giorno. Ogni giorno vengono valutati ambulatorialmente numerosi pazienti pediatrici provenienti dal territorio e/o dal pronoto soccorso pediatrico.

Disegno del progetto

Verranno definiti 3 punti strategici di miglioramento dell’accoglienza:

1) allestimento delle aree di attesa antistanti il reparto e la sala operatoria.

Si prevede di allestire le due aree di attesa in modo da creare aree divertenti, con schermi interattivi, fonti luminose e sonore in modo da creare un ambiente che riduca l’ansia, che distragga i piccoli.

Costo previsto: 35.000,00 €

2) arredamento sala giochi del reparto.

La sala giochi verrà arredata con elementi di arredo colorati in materiale idoneo per i bambini, con giochi interattivi e creativi. La sala giochi sarà dedicata ai bambini ricoverati che possono uscire dalle loro stanze e dedicarsi ad attività ludiche nel corso del ricovero.

Costo previsto: 10.000,00 €

3) applicazione sistema diffusione della musica in reparto e sala operatoria.

I suoni all’interno dell’ospedale possono rappresentare uno strumento importante per mediare la frattura tra la vita quotidiana e l’ospedalizzazione dei bambini, mostrandosi sia come valido supporto nei confronti dei piccoli ricoverati, sia nel restituire alle aree di degenza una cornice diversa.

Costo previsto: 5.000,00 €

DONA alla SPECIFICITA DI CURA: